Texas Hold’em, Vinales contro Marquez: lo Showdown ad Austin 2017

667 Views 0 Comment

Su questo articolo si gira in 145 secondi

La MotoGP 2017 arriva ad Austin per il primo scontro a viso aperto tra chi ha vinto l’ultimo mondiale e chi non ha intenzione di perdere il prossimo. Maverick Vinales contro Marc Marquez, uno scontro che può dire molto o poco in ottica campionato ma che, nella testa dei piloti, non lascia scampo ad equivoci. È il Texas Hold’em di Austin, uno contro uno, carte scoperte. Perché non conta chi arriva primo, conta solo chi riesce ad arrivare davanti all’altro.

La conferenza stampa è stata piuttosto esplicita. Marquez ha ricordato che “ehi, va bene che sono caduto in Argentina, ma ero davanti con due secondi di vantaggio”. Vinales da parte sua ha detto ai giornalisti che ora, a punteggio pieno: “vivo per la moto. Mi alleno di più, mi concentro di più, studio di più. E, se arrivassi secondo, sarebbero solo 5 punti in meno.”

Uno arriva da un dominio incontrastato che parte da Valencia 2016 e prosegue fino ad oggi, l’altro da una media di quattro vittorie su quattro Gran Premi disputati al COTA. Che poi possano vincere Rossi, Dovizioso e Crutchlow -e perché no, anche altri- non fa molta differenza.

La verità è che entrambi picchieranno forte per prevalere sull’altro. In fatto di previsioni in qualche modo ci sentiamo di dare per favorito Marc Marquez. Infondo Vinales può accontentarsi, vincere ad Austin sarà più impegnativo del solito e non ne ha bisogno. Che è proprio il ragionamento che farà lo spagnolo della Honda. Il fatto è che se Maverick ha imparato qualcosa da Valentino sa che gli avversari devi avvilirli, deprimerli e scoraggiarli. Poi puoi arrivare davanti con un sorriso sornione, facendo finta di nulla.

Come Sergio Leone

La rivalità tra i due si consuma da diverso tempo, con Maverick che sa di poter battere il prodigio -i due si sfidano dall’infanzia- ma ha dovuto combattere con la frustrazione di non avere la moto giusta nel box. Marc da parte sua si nutre dell’attenzione mediatica del nuovo fenomeno, del nuovo Rossi, del Joker controverso ma sempre vincente.

Così, la MotoGP 2017 arriva ad Austin come il Buono, il Brutto e il Cattivo arrivano al duello che segnerà per sempre la storia del cinema.

0 Comments

Leave a Comment